English Italiano
creato: 07 Mar 2018; modificato: 14 Nov 2019

Iniziazione: memorie di un’ Egizia

image

Questo libro ha per me molto valore, un valore che va oltre agli insegnamenti che vi si possono celare al suo interno. Un valore collegato alla mia esperienza di vita.

Padre (e chi leggerà il libro capirà la scelta di questa parola) è un grande fan di questo testo e me ne ha sempre parlato fin da piccolo. All’ora ero ignaro di molte cose e mi divertivo a prenderlo in giro, bonariamente, per quella strana lettura che si portava spesso con sé. Pensavo fosse un racconto, una storia completamente inventata e dalla quale non avrei appreso nulla di interessante.

Il 5 Dicembre 2017, le cose cambiarono. Padre mi porta una copia nuova del libro. Le sue, ne ha più di una, sono tutte sottolineate. Non vuole giustamente influenzare la mia attenzione. E’ consapevole del mio cammino, del mio interesse e della mia ricerca. Una ricerca che lui è molti anni che persegue. Una conoscenza di un mondo non visibile ai più.

Il libro è risultato una lettura ispiratrice, piacevole e ricca di insegnamenti. Sagge parole si celano dietro al racconto ed ogni capitolo, mano mano che si avanza, nasconde qualche verità. Egitto, astrologia, religioni e filosofie orientali ed occidentali, esoterismo e spiritualità sono solo alcuni degli argomenti che l’ autrice riporta egregiamente tramite un racconto piacevole e di facile comprensione. Chiunque sia interessato a questi argomenti può riscontrare dei collegamenti con altre letture, persino sacre. Capisco ora perché ne aveva sempre una copia con sé, nella sua valigetta di plastica malandata.

Mi è stato di aiuto, apprezzo tantissimo il regalo e nonostante di primo impatto non me l’ aspettavo e la mia reazione non è stata delle migliori, gliene sono davvero grato.

Entrerà tra i libri da rileggere.

Lascio al lettore la libertà di scegliere quali, per lui, siano le verità e gli insegnamenti che si celano dietro le parole di Elisabeth Haich. In fondo come dicono i saggi Ciascuno leggerà dalle parole il proprio stato di coscienza.

Commenti

Load comments